La Guida Accompagnata

Sono quasi due anni che aspettiamo ma alla fine il decreto sulla guida accompagnata (il n. 213 del 11/11/2011) è uscito. Dal 21 aprile 2012 troveranno piena attuazione i commi dall’1-bis al 1 septies dell’art. 115 del codice della strada, quelli che teorizzano la possibilità di guidare accompagnati già prima dei fatidici 18 anni. Non tutti i minorenni potranno farlo, solo quelli che hanno già conseguito la patente A1 ed a patto di avere fatto 10 ore di guida in autoscuola e di avere al loro fianco un accompagnatore adeguato, per età, esperienza e condotta.

L’accompagnatore infatti deve essere un conducente “modello” o quasi: negli ultimi 5 anni non sono ammessi provvedimenti di sospensione sulla sua patente, questa è la condizione. Le altre condizioni sono quasi le stesse dell’accompagnatore con funzione di istruttore previste per le esercitazioni di guida per la patente B vale a dire: età non superiore a 60 anni, patente B o superiore, non speciale, da almeno 10 anni, italiana o riconosciuta da almeno 5 anni.

Altra novità del decreto è quella del numero massimo di accompagnatori possibili: non più di 3, da dichiarare e certificare con gli appositi moduli disponibili negli allegati del decreto.